Trasferta e trasfertismo: gli elementi che deve valutare il datore di lavoro

News Fisco - Studio Venturin Padova
Bonus facciate. In quali casi spetta e come applicarlo
15 Febbraio 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Vertici europei e verbali delle banche centrali verso i G20
17 Febbraio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

Trasferta “occasionale” o trasferta “strutturale o per contratto” prevista per i trasfertisti? Si tratta di una questione non solo interpretativa, ma che esplica i suoi effetti anche in sede di determinazione del reddito imponibile dei dipendenti, ai fini dell’applicazione del regime contributivo. Il lavoratore in trasferta, infatti, ha diritto alla non imponibilità delle indennità ricevute a forfettario ristoro del disagio subito. Le indennità e le maggiorazioni corrisposte ai “trasfertisti”, invece, sono imponibili nella misura del 50% del relativo importo. L’INPS ha fornito, con la circolare n. 158 del 2019, le linee guida per il corretto trattamento della trasferta che richiede, da parte del datore di lavoro, la verifica preliminare di una serie di aspetti da valutare.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti