Superbonus 110% anche senza bonifico: in quali casi

News Fisco - Studio Venturin Padova
Fatturazione elettronica: proroga di un anno per le deleghe in scadenza entro il 31 gennaio 2021
12 Dicembre 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Autoliquidazione premi INAIL: in fase di spedizione i tassi per la rata 2021
14 Dicembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

In presenza dello sconto in fattura o della cessione integrale del credito al fornitore che ha eseguito i lavori, il beneficiario del superbonus 110% non dovrà effettuare alcun pagamento tramite bonifico parlante. Ciò farà sì che sulla prestazione eseguita l’impresa non subirà la ritenuta a titolo d’acconto nella misura dell’8%, attualmente prevista sui bonifici bancari o postali relativi alle detrazioni fiscali dell’edilizia. Nel caso in cui, invece, lo sconto in fattura dovesse essere parziale o nelle ipotesi in cui la detrazione spettante non sia quella del superbonus (ma, ad esempio, il 50% delle ristrutturazioni edilizie), allora vi sarà anche il pagamento tramite bonifico parlante di parte della prestazione, sul quale la banca o le poste effettueranno la ritenuta d’acconto.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti