STRESS TERMICO AMBIENTALE: La tutela dei lavoratori

News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Contratti a termine, bonus affitti e per alta formazione: le novità del Sostegni bis
8 Luglio 2021
Calendario dei versamenti: arriva la proroga per soggetti ISA, rottamazione ter, saldo e stralcio
Calendario dei versamenti: arriva la proroga per soggetti ISA, rottamazione ter, saldo e stralcio
9 Luglio 2021

In considerazione dei rischi cui risultano esposti i lavoratori in conseguenza delle condizioni climatiche della stagione estiva caratterizzate da temperature particolarmente elevate, l’Ispettorato del Lavoro con la nota 4639 del 02 luglio 2021 ha fornito indicazioni in materia di stress termico, con particolare riferimento ai settori maggiormente sensibili come i cantieri edili e stradali, l’agricoltura e il florovivaismo.  

Il datore di lavoro deve pertanto  prestare particolare attenzione ai rischi derivanti dall’innalzamento delle temperature e alle misure adottate al fine di garantire l’incolumità dei lavoratori, tenuto conto dell’analisi e valutazione dei rischi aziendali e del programma di sorveglianza sanitaria redatto dal Medico competente e dal Ministero della Salute.

La Nota dell’Ispettorato del Lavoro cita anche l’ INPS per quanto concerne gli aspetti previdenziali e ricorda che le temperature eccezionalmente elevate (superiori a 35°), che impediscono lo svolgimento di fasi di lavoro in luoghi non proteggibili dal sole o che comportino l’utilizzo di materiali o lo svolgimento di lavorazioni che non sopportano il forte calore, possono costituire evento che può dare titolo alla Cassa Integrazione Ordinaria “.

Di seguito la nota dell’INL del 02 luglio 2021

Nota 4639-2021

Comments are closed.

Contatti