Società quotate: i diritti degli azionisti

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Lapidei, aziende industriali: rinnovato il CCNL
4 Novembre 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Contratto di espansione: l’analisi comparata dei Consulenti del lavoro
4 Novembre 2019
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

Con la circolare n. 21 del 4 novembre 2019, Assonime commenta le principali modifiche introdotte dal D.Lgs. n. 49/2019, che ha recepito in Italia la seconda direttiva sui diritti degli azionisti. Il decreto modifica il Codice civile, con riferimento alla disciplina delle operazioni con parti correlate, e interviene sul TUF, modificando le disposizioni in materia di identificazione degli azionisti, remunerazione degli amministratori e diritto di porre domande, introducendo una nuova sezione sugli obblighi di trasparenza degli investitori istituzionali e dei proxy advisors, e aggiornando il regime sanzionatorio. La direttiva del 2017 si concentra sui comportamenti degli azionisti, e in particolare sulle misure necessarie per incoraggiarne l’impegno a lungo termine e aumentare la trasparenza tra società e investitori. Assonime commenta le principali modifiche introdotte dal decreto, con particolare riferimento all’entrata in vigore delle singole disposizioni.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti