Soccorso alpino: non ricorre la subordinazione per le collaborazioni coordinate e continuative

News Fisco - Studio Venturin Padova
Violazioni penali tributarie: quando rilevare la tenuità del fatto
6 Aprile 2019
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Nella settimana della Brexit e del Def, ripartono le trimestrali Usa
8 Aprile 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

L’attività nel Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico è generalmente volontaria e senza fine di lucro, ma questo non esclude collaborazioni coordinate e continuative che, però, in linea generale, non sono etero-organizzate e, quindi, non rientrano nell'ambito del lavoro subordinato, in quanto sussiste ampio margine di autonomia ed il committente non può mai scegliere compiutamente tempi e luoghi della prestazione. E’ quanto chiarito dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro con la circolare n. 6 del 2019, nella quale vengono fornite indicazioni anche in merito all’applicazione delle regole introdotte dal decreto Dignità per le attività del CNSAS.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti