Soccombenza parziale: come definire la lite fiscale pendente

News Fisco - Studio Venturin Padova
5 per mille: online il software per la domanda di accesso al beneficio
3 Aprile 2019
News Fisco - Studio Venturin Padova
Diritti doganali, pagamento differito: interessi allo 0,213% annuo
4 Aprile 2019
News Fisco - Studio Venturin Padova

In ipotesi di soccombenza reciproca, le somme dovute per la definizione del giudizio devono essere parametrate al valore effettivo della controversia. Il contribuente deve versare, rispettivamente, il 40 o il 15% sulla parte del valore della lite per la quale la pronuncia della Commissione tributaria provinciale o regionale ha statuito la soccombenza dell’Amministrazione finanziaria, il 100% sulla parte residua. Ma cosa accade se alla data del 24 ottobre 2018 alcune statuizioni della Commissione tributaria erano già passate in giudicato? Come confermato dall’Agenzia delle Entrate nella circolare n. 6/E/2019, per determinare l’effettivo valore della controversia, vanno esclusi gli importi di cui all’atto impugnato che eventualmente non formano oggetto della materia del contendere, come avviene in caso di formazione del giudicato interno.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti