Sanzioni disciplinari per il lavoratore: quando la lettera di contestazione è legittima

News Fisco - Studio Venturin Padova
Giustizia Tributaria: le novità sull’Ufficio di segreteria del Consiglio di Presidenza
14 Marzo 2019
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Brexit: il Regno Unito vota il rinvio
15 Marzo 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

Forma scritta, specificità, immediatezza e immutabilità sono i requisiti minimi che un provvedimento disciplinare, emesso a carico del lavoratore, deve possedere per essere considerato legittimo. Inoltre, nella lettera di contestazione al lavoratore possono essere presenti due ulteriori elementi. Si tratta della recidiva, se il lavoratore ha ricevuto altri provvedimenti disciplinari nell’ultimo biennio, e della sospensione cautelare dal servizio in presenza di gravi motivi e per il periodo strettamente necessario all’accertamento delle responsabilità disciplinari. Come preparare una lettera di contestazione limitando i rischi di contenzioso?

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti