Rischio esterovestizione per l’immobiliare estera con beni esclusivamente in Italia

News Fisco - Studio Venturin Padova
Emirati Arabi in lista nera UE: i chiarimenti del MEF
13 Marzo 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Lavoro e patto della fabbrica: avviata la concertazione tra le parti sociali
14 Marzo 2019
News Fisco - Studio Venturin Padova

La detenzione da parte di una società estera di un significativo compendio immobiliare in Italia può generare profili di criticità in tema di esterovestizione. In base al TUIR, infatti, una società estera è residente in Italia quando alternativamente dispone della sede dell’amministrazione, della sede legale, dell’oggetto dell’attività. In caso di esterovestizione, la società estera sarà considerata fiscalmente residente in Italia e costretta a dichiarare i redditi ovunque prodotti. L’inclusione dei redditi esteri in Italia non dovrebbe portare a conseguenze di sorta, ipotizzando che la società si caratterizzi esclusivamente per l’effetto di detenere un compendio immobiliare in Italia. Più delicata, al contrario, è la posizione dei redditi prodotti in Italia.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti