Rimborso credito IVA post concordato preventivo: quando è ammissibile la compensazione con i debiti tributari

News Fisco - Studio Venturin Padova
Decreto Ristori: le misure fiscali nell’analisi dei Consulenti del Lavoro
6 Novembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
Sovvenzioni UE per superbonus della ricapitalizzazione delle imprese
6 Novembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Alla richiesta di rimborso del credito IVA maturato dal contribuente successivamente alla domanda di concordato preventivo è inopponibile la compensazione con i debiti tributari sorti antecedentemente. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con le risposte a interpello nn. 535 e 536 del 6 novembre 2020. Nel caso in cui, in materia di concordato preventivo, l'imprenditore concordante o suoi aventi causa chiedano il rimborso di un credito IVA formatosi durante lo svolgimento della procedura concorsuale, l'amministrazione finanziaria può opporre in compensazione crediti che siano sorti successivamente all'apertura della procedura.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti