Rientro in Italia di ricercatori residenti all’estero: non ha rilievo la natura del datore di lavoro

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Emersione del lavoro irregolare: le modalità di regolarizzazione contributiva
11 Settembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
Bonus facciate non spetta per i lavori di riverniciatura degli scuri e persiane
11 Settembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

In tema di incentivi fiscali per il rientro in Italia di docenti/ricercatori residenti all'estero, per integrare il requisito della attività all'estero, la norma richiede che essa sia stata svolta presso una università o un centro di ricerca, pubblico o privato, per quanto riguarda l'attività da svolgere in Italia non dispone nulla in merito ai requisiti dei datori di lavoro e dei committenti dei docenti e ricercatori. Lo ha ricordato l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 341 dell’11 settembre 2020, con cui ha anche specificato il significato di requisito della attività all'estero.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti