Richieste di atti e pareri dalle imprese alle Pubbliche amministrazioni. Quali sono le nuove regole

News Fisco - Studio Venturin Padova
Il termine per richiedere il rimborso decorre sempre dal giorno del versamento
12 Ottobre 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Lavoratori extraUE e quote di ingresso 2020: precompilazione delle domande dal 13 ottobre
13 Ottobre 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

Arriva una stretta ai poteri delle Pubbliche amministrazioni sui controlli nei confronti delle imprese. E’ quanto dispone la legge di conversione del decreto Semplificazioni per salvaguardare investimenti e posizioni di mercato che potrebbero subire impatti negativi a causa di formalismi burocratici. Il decreto prevede che sono inefficaci, se adottati dopo la scadenza dei termini previsti per legge, le determinazioni della PA relative a provvedimenti, autorizzazioni, pareri, nulla osta e atti di assenso. Le nuove disposizioni vanno a rafforzare, soprattutto, il principio su cui si basa la Segnalazione certificata di inizio attività – SCIA, rendendo inefficaci gli atti di diniego intervenuti successivamente alla formazione del silenzio assenso. Rimane comunque fermo il potere di annullamento d’ufficio, che però può essere adottato solo in presenza di ragioni di interesse pubblico.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti