Quotazioni OMI: insufficienti in assenza di presunzioni gravi precise e concordanti

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Autonomi e professionisti iscritti a Gestione separata: istruzioni per la compilazione del Quadro RR
2 Luglio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
TEFA: modalità di riversamento del tributo
2 Luglio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Con la sentenza n. 13369, depositata il 1 luglio 2020, la Corte di Cassazione ha dato continuità al principio in base al quale, in tema di imposta di registro, l’avviso di liquidazione non può essere fondato esclusivamente sullo scostamento tra il corrispettivo dichiarato nell’atto di compravendita ed il valore del bene risultante dalle quotazioni OMI atteso che queste non costituiscono fonte di prova del valore venale in comune commercio. Tale valore può variare in funzione di molteplici parametri dovendo l’accertamento essere fondato su presunzioni gravi precise e concordanti.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti