Previdenza complementare come strumento di welfare aziendale: conviene?

News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Crisi d’impresa: indici di allerta con approccio gerarchico
26 Ottobre 2019
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Cambio della guardia alla BCE, mentre USA e Giappone decidono sui tassi
28 Ottobre 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

La previdenza complementare costituisce una delle soluzioni di maggiore rilevanza nei piani di welfare aziendale. Quali sono le agevolazioni previste? In caso di versamento del premio di risultato al fondo pensione, è prevista la completa esenzione fiscale sia in fase di versamento sia in fase di prestazione. Se, infatti, il lavoratore dipendente decide di destinare, in tutto o in parte, l’incentivo alla previdenza complementare, i relativi contributi non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente, anche se eccedenti il limite ordinario di 5.164,57 euro annui. Inoltre, il contributo che deriva dal versamento del premio di risultato non concorre a formare nemmeno la parte imponibile delle prestazioni pensionistiche complementari, contrariamente a quanto avviene per la contribuzione ordinaria.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti