Plafond IVA: luci e ombre di un sistema da “reinventare” perché a rischio frode

News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Coronavirus: in zona rossa resta solo l’Abruzzo
7 Dicembre 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Cassa integrazione: definite le modalità di fruizione delle settimane dei decreti Agosto e Ristori
9 Dicembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Nuove restrizioni che riguardano l’utilizzo del plafond IVA: uno strumento che, con il passare del tempo, è stato sempre più utilizzato per la realizzazione delle frodi. La legge di Bilancio 2021 introduce, in particolare, una sorta di automatismo in base al quale, all’esito dei controlli di natura sostanziale eseguiti ai sensi del decreto IVA, viene inibita la facoltà di rilasciare nuove dichiarazioni d’intento tramite i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate. Ma quella che nella (lodevole) intenzione del legislatore dovrebbe essere una sorta di fast track per bloccare l’indebito utilizzo delle lettere d’intento rischia, in realtà, di tradursi in un provvedimento di principio puramente astratto e, in quanto tale, dagli scarsi effetti.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti