Partiva IVA chiusa: il compenso percepito in assenza di attività professionale abituale è reddito diverso

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Intersettoriale Cifa Commercio, Terziario, Servizi, Turismo e Pubblici Esercizi: rinnovato il CCNL
2 Settembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
Opere d’arte non eseguite interamente dall’artista: si applica l’aliquota IVA ordinaria
2 Settembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

La circostanza che il Contribuente, al momento dell'incasso del compenso, non abbia partita IVA fa si che non sia possibile riscontrare il requisito soggettivo dell'abitualità che è alla base delle attività di lavoro autonomo. Pertanto, il compenso percepito quando ormai, avendo chiuso la partiva IVA, non svolgeva più la sua attività professionale in maniera abituale, deve essere dichiarato come reddito diverso ai sensi del TUIR. Lo ha reso noto l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 299 del 2 settembre 2020.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti