Pagamenti elettronici tracciabili: da Bankitalia le regole per applicare il credito d’imposta

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Decreto rilancio: attiva la procedura per richiedere il Reddito di emergenza
22 Maggio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Nuova Cassa integrazione COVID-19: domanda e pagamento con iter accelerato
25 Maggio 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

Arrivano dalla Banca d’Italia le indicazioni per l’attuazione, a partire dal 1° luglio 2020, del credito d’imposta del 30% sulle commissioni relative ai pagamenti elettronici effettuati mediante carte di credito, di debito, e altri strumenti elettronici tracciabili. In particolare, vengono individuate le modalità e i criteri con cui i prestatori di servizi di pagamento inviano agli esercenti l'elenco delle transazioni effettuate e il resoconto delle commissioni pagate perché possano attivarsi per il recupero del bonus. Gli istituti di pagamento sono, inoltre, obbligati ad inviare all’Agenzia delle Entrate informazioni analoghe a quelle inviate agli esercenti, per permettere un’attività di verifica e di controllo sulla spettanza del beneficio.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti