Opzione donna: una scelta penalizzante per le lavoratrici

News Fisco - Studio Venturin Padova
Redditi 2019 – SC: inserita la casella “ISA-cause di esclusione” nel rigo RF1
30 Gennaio 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Quota 100 e assegni di solidarietà: chiariti i termini di decorrenza
31 Gennaio 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

Le lavoratrici che alla data del 31 dicembre 2018 hanno compiuto 58 anni di età, se lavoratrici dipendenti (59 anni, se autonome) e sono in possesso di un’anzianità contributiva di 35 anni possono anticipare i tempi della pensione ricorrendo ad opzione donna. A riaprire la possibilità è il decreto legge n. 4 del 2019, istitutivo di quota 100. L’erogazione dell’assegno è prevista dopo 12 mesi dal raggiungimento del diritto per le lavoratrici dipendenti e 18 mesi per le autonome. Quanto è penalizzante accedere a opzione donna? Quali solo le alternative per andare in pensione?

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti