Notifica degli atti impositivi: quando si verificano i casi di indifferibilità e urgenza

News Fisco - Studio Venturin Padova
Elezioni Commercialisti: i chiarimenti del CNDCEC
21 Settembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
Commissione per la Riforma fiscale: ampliato l’organico
22 Settembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Per evitare la concentrazione di notifiche di atti impositivi (avvisi di accertamento, avvisi di rettifica, atti di irrogazione sanzioni) al termine del periodo di emergenza da Covid-19, il decreto Rilancio ha previsto il rinvio al 2021 della notifica degli atti con scadenza del termine di decadenza dall’8 marzo al 31 dicembre 2020. In tal modo, la notifica potrà essere effettuata nel corso del 2021. Sono, tuttavia, previste alcune eccezioni: in particolare, è consentito procedere comunque all’invio, alla notifica e alla messa a disposizione degli atti, comunicazioni e inviti nei “casi di indifferibilità e urgenza”. Ma quando sono riscontrabili le caratteristiche dell’indifferibilità e dell’urgenza? Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 25/E del 2020.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti