Niente ritenuta di acconto sui buoni pasto anche per lavoratori in smart-working

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Lavoratori autonomi agricoli: versamenti contributivi sospesi per Covid-19
11 Febbraio 2021
News Fisco - Studio Venturin Padova
Conversione in crediti di imposta delle DTA anche per ente commerciale
11 Febbraio 2021
News Fisco - Studio Venturin Padova

Il datore di lavoro non sarà tenuto ad operare anche nei confronti dei lavoratori in smart-working, la ritenuta a titolo di acconto Irpef sul valore dei buoni pasto fino a euro 4, se cartacei, ovvero euro 8, se elettronici. Lo ha reso no l’Agenzia delle Entrate – Direzione Regionale della Lazio con la risposta a interpello . 956 – 2631/2020. In assenza di disposizioni che limitano l’erogazione, da parte del datore di lavoro, dei buoni pasto in favore dei propri dipendenti, per tali prestazioni sostitutive del servizio di mensa trova applicazione il regime di parziale imponibilità, indipendentemente dall’articolazione dell’orario di lavoro e dalle modalità di svolgimento dell’attività lavorativa.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti