Ne bis in idem: nessun problema tra bancarotta fraudolenta documentale e occultamento e distruzione di documenti contabili

News Fisco - Studio Venturin Padova
Uffici di segreteria: l’Ordine può deliberare la riapertura
24 Luglio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Relaunch Decree: automatic extension for fixed-term contracts
27 Luglio 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

Non costituisce violazione del principio del ne bis in idem la contestazione nei confronti della stessa persona dei reati di bancarotta fraudolenta documentale e quello fiscale di occultamento e distruzione dei documenti contabili di cui all’art. 10 del DLgs 74/2000, in quanto sono differenti l’evento, il fine, la condotta ed il bene giuridico violato è diverso. A chiarirlo è la Corte di Cassazione nella sentenza n. 22486 depositata il 24 luglio 2020.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti