Mandato senza rappresentanza e prestazioni sanitarie esenti da IVA: il regime di fatturazione

News Fisco - Studio Venturin Padova
Entrate tributarie e contributive: in aumento del 3,6% nei primi tre mesi del 2020
15 Maggio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
Coronavirus e erogazioni liberali: quando spetta la detrazione
15 Maggio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Nel caso di contratto di mandato senza rappresentanza avente ad oggetto prestazioni sanitarie esenti da IVA, occorre emettere fattura ai clienti/pazienti per le prestazioni rese in esenzione da IVA, ricorrendone i presupposti, e ricevere fattura dal professionista/mandante per la prestazione dallo stesso effettuata, sempre in regime di esenzione e al ricorrere dei presupposti applicativi. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 132 del 15 maggio 2020. Nel contratto di mandato senza rappresentanza, il "Decreto IVA" prevede che le prestazioni di servizi rese o ricevute dai mandatari senza rappresentanza sono considerate prestazioni di servizi anche nei rapporti tra il mandante e il mandatario.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti