Malattia professionale e uso dei telefoni cellulari: perché è importante la valutazione dei rischi

News Fisco - Studio Venturin Padova
Rimborsi delle imposte alle persone fisiche: da gennaio 2020 con bonifico su conto corrente
15 Gennaio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
Lavoro autonomo: presunzione di maggior reddito solo per i versamenti su c/c
16 Gennaio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

Esiste un nesso eziologico tra l’uso prolungato, per motivi professionali, di telefoni cellulari e il neurinoma dell'acustico destro. E' quanto sostiene la Corte d'Appello di Torino che, con la sentenza n. 904 del 13 gennaio 2020, ha confermato la condanna dell’INAIL a corrispondere, nella misura del 23%, una rendita per malattia professionale al dipendente della società, confermando la pronuncia di primo grado emessa nel 2017. La sentenza della Corte d'Appello di Torino non è però la prima. Già nel 2012 la Corte di Cassazione condannò l’Istituto a versare una rendita vitalizia a un lavoratore colpito da neurinoma per l’uso di cordless e cellulari. Se quindi sono chiare le ripercussioni di questi orientamenti giurisprudenziali sul fronte INAIL, non devono altrettanto sfuggire le importanti conseguenze per il datore di lavoro.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti