Licenziamento per motivi economici: scaduto il divieto. Lavoratori senza tutele?

News Fisco - Studio Venturin Padova
Decreto Rilancio: pubblici esercizi esonerati da TOSAP e COSAP
19 Maggio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
Omesso versamento e non punibilità: applicazione retroattiva solo se il debito è estinto integralmente
19 Maggio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

Non è più operativo il divieto di licenziamento per giustificato motivo oggettivo, valido per 60 giorni, introdotto dal decreto Cura Italia. Nelle intenzioni del decreto Rilancio c’è la volontà di dare continuità a tale divieto (che opererebbe fino al 17 agosto 2020), ma il ritardo nella pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del provvedimento pregiudica l’effetto della misura salvo interventi dell’ultimo minuto. Il 17 maggio scorso infatti il divieto è venuto meno e il datore di lavoro potrebbe attivarsi con un licenziamento che, essendo atto ricettivo deve comunque raggiungere il lavoratore prima dell’entrata in vigore del decreto Rilancio. Ciò però solo per i licenziamenti individuali di dipendenti assunti con contratto di lavoro a tutele crescenti o non soggetti allo Statuto dei lavoratori.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti