Lavoratori “fragili” esposti al contagio da COVID. Come vanno tutelati dalle aziende?

News Fisco - Studio Venturin Padova
Scambio automatico obbligatorio di informazioni nel settore fiscale: differiti i termini
5 Agosto 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Decreto Agosto: fissate le regole per il bonus 1.000 euro ai professionisti iscritti alle Casse
6 Agosto 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

Si chiama “sorveglianza sanitaria eccezionale”. E’ prevista dal decreto Rilancio a tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori “fragili” maggiormente esposti al rischio di contagio nei luoghi di lavoro fino al 15 ottobre 2020, data di cessazione dello stato di emergenza. Nel silenzio della norma in ordine alle concrete modalità di attivazione, la sorveglianza sanitaria eccezionale sembra riconducibile alla visita (su richiesta) del lavoratore, esercitata dal medico competente o dal medico INAIL. Nel caso in cui si accerti che il lavoratore fragile non versi nelle condizioni fisiche compatibili con lo svolgimento delle sue funzioni, il giudizio di inidoneità fa sorgere il divieto di licenziamento ed impone all’azienda di cercare soluzioni organizzative per la conservazione del posto di lavoro. E se non ci fossero soluzioni organizzative?

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti