La direttiva PIF inasprisce le sanzioni per le violazioni doganali

News Fisco - Studio Venturin Padova
Credito d’imposta per aree svantaggiate spetta per l’acquisto del terreno con concessione da edificare
21 Luglio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Cassa integrazione e assegno ordinario: termini di decadenza e revisione delle istanze
22 Luglio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Il decreto di recepimento della direttiva PIF prevede un inasprimento delle violazioni doganali quando le stesse, per l’importo dei diritti di confine dovuti, si considerano violazioni direttamente lesive degli interessi finanziari dell'Unione europea. In particolare, il decreto dispone anche la “ricriminalizzazione” di reati recentemente depenalizzati, quando i diritti di confine dovuti sono superiori alla soglia di 10 mila euro. I reati doganali vengono, inoltre, inclusi tra quelli che danno luogo alla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche: in particolare, in caso di commissione dei reati previsti dal TULD, si prevede l’applicazione della sanzione pecuniaria fino a 200 quote (fino a 400 quote quando i diritti di confine dovuti superano 100 mila euro).Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti