La dichiarazione di fallimento può rilevare per la valutazione della condotta irreprensibile

News Fisco - Studio Venturin Padova
Sismabonus e ecobonus in caso di intervento combinato
28 Agosto 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Comincia il percorso per la rete unica italiana
29 Agosto 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Se la dichiarazione di fallimento non fa più venir meno il possesso del requisito del godimento dei diritti civili, essa tuttavia potrebbe rilevare in sede di valutazione discrezionale dell’ulteriore requisito della condotta irreprensibile. Lo ha reso noto il CNDCEC con il pronto ordini n. 78 del 2020. Considerato che tale valutazione è rimessa alla competenza del consiglio di disciplina territorialmente competente l’Ordine è tenuto a segnalare a tale organo la notizia del fallimento dell’iscritto al fine di consentirgli, con l’avvio di apposito procedimento, di valutare la condotta del professionista sotto il profilo disciplinare, facendo riferimento a tutte le circostanze ricorrenti nel caso concreto.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti