Ingiunzione di pagamento: il giudice può richiedere informazioni complementari

News Fisco - Studio Venturin Padova
Mutui per importi maggiori del valore di acquisto: la notizia rilevata dalla stampa non è fatto notorio
20 Dicembre 2019
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Il Natale degli italiani tra vacanze, crisi bancarie e aziendali
21 Dicembre 2019
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

E’ consentito a un «giudice» adito nel contesto di un procedimento europeo di ingiunzione di pagamento, di chiedere al creditore informazioni complementari relative alle clausole del contratto invocate a fondamento del credito in questione, al fine di effettuare il controllo d’ufficio del carattere eventualmente abusivo di dette clausole. Pertanto è contraria alla normativa europea la normativa nazionale che dichiara irricevibili i documenti complementari forniti a tal fine. E’ quanto dichiara la Corte di Giustizia UE nella sentenza del 19 dicembre 2019 nelle cause riunite n. C-453/18 e C-494/18.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti