Imposta di successione: le ragioni della rettifica della dichiarazione devono risultare nella motivazione dell’avviso di liquidazione

News Fisco - Studio Venturin Padova
Incorporazione del Comune di Vendrogno nel Comune di Bellano: aggiornato l’Archivio Comuni e Stati Esteri
10 Gennaio 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Prove di pace per USA e Cina
11 Gennaio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Con l’ordinanza n.310, depositata il 10 gennaio 2020, la Corte di Cassazione, in tema di imposta sulle successioni e donazioni, ha confermato che la motivazione di un avviso di rettifica e di liquidazione ha la funzione di delimitare l'ambito delle ragioni dell'Ufficio nell'eventuale successiva fase contenziosa, consentendo al contribuente l'esercizio del diritto di difesa. Ne consegue che, l’atto deve enunciare i criteri astratti in base ai quali è stato determinato il maggior valore, senza necessità di esplicitare gli elementi di fatto utilizzati per l'applicazione di essi, in quanto il contribuente, conosciuto il criterio di valutazione adottato, è già in condizione di contestare e documentare l'infondatezza della pretesa erariale.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti