Imposta di registro in misura fissa per la dichiarazione di compensazione legale in atto pubblico

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Operatori socio-sanitari: nuove regole per la sicurezza sul luogo di lavoro
16 Settembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
Deduzione per cassa e per competenza: l’analisi dell’AIDC
16 Settembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

La disposizione ricognitiva della compensazione legale non avendo ad oggetto prestazioni a contenuto patrimoniale è da registrare con applicazione dell'imposta di registro in misura fissa di Euro 200 allorquando contenuta in un atto stipulato nella forma di atto pubblico. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 358 del 16 settembre 2020. Dal punto di vista fiscale, la disposizione con la quale le parti dichiarano di avvalersi della compensazione legale di cui all'articolo 1243 del codice civile, contenuta all'interno di un atto di compravendita, è una disposizione autonoma, finalizzata al pagamento del corrispettivo, avente natura ricognitiva.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti