Imposta di registro e legittimità dei limiti alla riqualificazione degli atti: la sentenza della Corte Costituzionale n. 158 del 2020

News Fisco - Studio Venturin Padova
Motivi aggiunti al ricorso: inammissibili salvo casi eccezionali
31 Luglio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Benefici normativi e contributivi: legittimità disposizioni contrattuali
31 Luglio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

In tema di riqualificazione degli atti nell’imposta di registro, il legislatore può individuare parametri di capacità contributiva e, di conseguenza, di eguaglianza tributaria, identificando i presupposti impositivi nei soli effetti giuridici desumibili dal negozio contenuto nell’atto. Lo ha sottolineato Assonime con la circolare n. 18 del 30 luglio 2020, con cui ha analizzato la sentenza della Corte Costituzionale n. 158 del 21 luglio 2020, che ha dichiarato non fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 20 del d.p.r. n. 131 del 1986, come modificato dalla legge n. 205 del 2017.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti