Illecita compensazione debiti erariali: il sequestro non si può convertire per i debiti previdenziali

News Fisco - Studio Venturin Padova
PTT: pronte le regole tecnico-operative per i provvedimenti giurisdizionali digitali
13 Novembre 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
La nuova strategia per il petrolio e la startup targata Alitalia
14 Novembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Nella fattispecie dell’illecita compensazione disciplinata dall’art. 10 quater del DLgs 74/2000, vi rientrano tutte le ipotesi di illecita compensazione di crediti: verticali fra tributi di natura omogenea, orizzontali fra tributi eterogenei ed in ultimo, visto il richiamo espresso contenuto nel testo normativo dell’art. 17 del DLgs 241/1997, anche tutte le compensazioni derivanti da dichiarazioni fiscali ed altre imposte, contributi previdenziali assistenziali e premi Inail. Ciò nonostante, la misura cautelare applicata per l’indebita compensazione di debiti erariali non può essere convertita in quella destinata alla compensazione illecita di debiti previdenziali, per violazione del principio del ne bis in idem cautelare. A chiarirlo è la Corte di Cassazione nella sentenza n. 32007 depositata il 13 novembre 2020.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti