Il reddito di emergenza non decolla. Non piace o non serve

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Smartworking: dai Consulenti del lavoro i dati prima e dopo il lockdown
10 Luglio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Decreto Rilancio: nuove regole e “a breve respiro” per lo smart working
13 Luglio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

Il decreto Rilancio ha introdotto il reddito di emergenza, misura provvisoria destinata ai nuclei familiari che vivono in condizioni di povertà. Va ad aiutare quell’ampia fascia di popolazione che, non potendo percepire il reddito di cittadinanza, sarebbe rimasta priva di reddito, in quanto impiegata in lavori giornalieri, estremamente precari, o in attività “informali”. Le domande pervenute all’INPS però, se confrontate con i dati ISTAT sulla povertà, sono state (fino ad ora) poche, nonostante il rinvio del termine finale di invio al prossimo 31 luglio. Le ragioni del mancato successo del reddito di emergenza non sono chiare. Ma un dato forse anche confortante c’è, quale?

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti