Giustizia tributaria: riforma senza la Corte dei Conti

News Fisco - Studio Venturin Padova
Autonomi e imprenditori in forfetario: agevolazioni previdenziali o pregiudizio pensionistico?
22 Febbraio 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Tim convoca il board per Open Fiber. Banche, Unicredit alla trattativa esuberi
24 Febbraio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

La giustizia tributaria potrebbe essere gestita dalla Corte dei Conti. L’ipotesi allo studio del Governo raccoglie, però, il parere negativo degli organismi nazionali del settore tributario. La Corte dei Conti, infatti, tutela prevalentemente gli interessi erariali, con conseguente compressione del diritto di difesa del contribuente. Diritto che risulterebbe ulteriormente limitato dal fatto che gli eventuali processi tributari si svolgerebbero (soltanto in due fasi) presso le sedi regionali e presso la sede centrale di Roma. Per essere seria e garante dei principi costituzionali, una riforma strutturale della giustizia tributaria deve, invece, essere gestita, con tre gradi di giudizio, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, con giudici professionali, a tempo pieno, vincitori di concorso pubblico e ben retribuiti.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti