Garante privacy: le norme antievasione fiscale non “tutelano” i dati dei contribuenti

News Fisco - Studio Venturin Padova
Agenzia delle Entrate Riscossione: limiti al patrocinio degli avvocati del libero foro
19 Novembre 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Sgravio reddito di cittadinanza: come compilare la domanda online
20 Novembre 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

Nel corso dell’audizione in Commissione Bilancio del Senato, il Garante della privacy ha espresso un giudizio negativo sulle norme del disegno di legge di Bilancio 2020 in materia di “analisi del rischio” per la prevenzione e repressione dell’evasione fiscale. In particolare, il Presidente, Antonello Soro, rileva come le disposizioni contenute nel Ddl non siano innovative alla luce della normativa già vigente e, soprattutto, non delimitino adeguatamente il perimetro e le norme di sicurezza per i dati personali dei contribuenti. Inoltre, le rilevanti limitazioni poste dal testo all’esercizio dei “diritti privacy”, da parte dei cittadini, ne pregiudicano l’efficacia, in quanto inibiscono la possibilità di correggere dati errati o inesatti, riducendo, di conseguenza, la validità delle analisi predittive di rischio per le quali i dati sono raccolti.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti