Fatture false: assoluzione penale non sufficiente per la buona fede

News Fisco - Studio Venturin Padova
Accisa sui prodotti energetici: i pagamenti in scadenza il 16 novembre
11 Novembre 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
SPID per i servizi online del Ministero del lavoro: nuove regole e procedure
12 Novembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 25426 depositata l’11 novembre 2020, ha ribadito che in caso di contestazione di fatture soggettivamente inesistenti l’Ufficio deve dimostrare la malafede del contribuente. Ove ciò avvenga quest’ultimo potrà provare la propria incolpevole inconsapevolezza dell’esistenza della frode. A tal fine, occorrono riscontri oggettivi sulla diligenza del comportamento adottato, non essendo sufficiente il solo esito favorevole del parallelo processo penale.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti