Fatto generatore e esigibilità dell’IVA: contrasto sull’asimmetria temporale solo apparente?

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Dall’INPS via libera alle pratiche Cig Covid-19 in attesa di autorizzazione
8 Giugno 2021
News Fisco - Studio Venturin Padova
Conservazione e-fatture: serve una proroga
9 Giugno 2021
News Fisco - Studio Venturin Padova

La sentenza n. 9064 del 2021 della Sezione tributaria della Corte di Cassazione tocca il cuore del problema della esigibilità dell’IVA. La decisione si rivela utilissima per avviare una ricostruzione sistematica della materia, non ancora adeguatamente approfondita, indispensabile per dissipare l’equivoco circa la potenziale discordanza della normativa italiana rispetto alle disposizioni della direttiva n. 2006/112/CE (IVA comunitaria). In particolare, la decisione della Suprema Corte illustra compiutamente l’orientamento e la posizione prevalenti delle Sezioni Unite; posizione certo pregevole, soprattutto per la ricerca degli elementi distintivi fra il fatto generatore e l’esigibilità dell’imposta che, grazie a una lettura del dato nazionale conforme alla direttiva, assegnano il crisma di legittimità ai criteri oggettivi, individuati dal legislatore italiano, significativamente rappresentativi del momento dell’effettuazione delle operazioni.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti