End of waste: le nuove norme sostengono le imprese che riciclano prodotti

News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Autotrasporto: stabilite le quote 2020 per l’iscrizione all’Albo Nazionale
2 Novembre 2019
News Fisco - Studio Venturin Padova
CNDCEC: la legge di Bilancio 2020 penalizza le partite IVA
4 Novembre 2019
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

Il decreto Crisi aziendali prevede che le Regioni e gli enti da esse delegati potranno tornare a definire i criteri “caso per caso” per la cessazione della qualifica di rifiuto – End of waste in sede di rilascio delle autorizzazioni, basandosi sui nuovi criteri Ue. Le nuove disposizioni, attraverso una modifica al TU Ambiente, supererebbero l’impasse determinato dalla sentenza del Consiglio di Stato e dallo Sblocca cantieri, suscitando sul punto il plauso delle imprese della filiera del recupero e del riciclo dei prodotti. Ma desta comunque perplessità l’introduzione di controlli discrezionali a campione della conformità delle modalità operative e gestionali degli impianti di riciclo autorizzati dalle Regioni.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti