Emolumenti a favore di non residente da verbale di conciliazione: quando si considerano prodotti in Italia

News Fisco - Studio Venturin Padova
Installazione di “camere bianche”: la territorialità IVA dipende dal luogo in cui è situato l’immobile
10 Dicembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
Imposta di bollo sulle e-fatture: cosa succede in caso di omesso, insufficiente o ritardato pagamento
10 Dicembre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

La disciplina sulla tassazione dei redditi percepiti in dipendenza della cessazione del rapporto di impiego da lavoratori residenti all'estero reca una presunzione assoluta in base alla quale si devono considerare come prodotti nel territorio italiano, e come tali assoggettabili a tassazione in Italia le somme percepite una volta tanto in dipendenza della cessazione dei rapporti di lavoro dipendente, le somme risultanti dalla capitalizzazione di pensioni e quelle attribuite a fronte dell'obbligo di non concorrenza nonché le somme percepite anche se a titolo risarcitorio o nel contesto di procedure esecutive, se sono corrisposti dallo Stato, da soggetti residenti nel territorio dello Stato o da stabili organizzazioni nel territorio stesso di soggetti non residenti. Lo ha ricordato l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 578 del 10 dicembre 2020.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti