Domicilio fiscale: elementi di fatto irrilevanti per la variazione e per la competenza dell’Ufficio

News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Coronavirus: misure più restrittive per bar e ristoranti
26 Ottobre 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Governo societario: consultazione per promuovere un comportamento responsabile
26 Ottobre 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

In tema di accertamento delle imposte sui redditi, la competenza territoriale dell’ufficio accertatore è determinata con riferimento al domicilio fiscale del contribuente. Tuttavia, nel caso in cui questi abbia omesso di presentare le dichiarazioni dei redditi e non abbia in alcun modo comunicato formalmente all’Amministrazione l’attuale domicilio fiscale, resta competente, per il principio dell’affidamento, l’ufficio dell’Amministrazione in relazione all’ultimo domicilio fiscale noto, in relazione all’anagrafe tributaria del Comune. Sono infatti del tutto irrilevanti a tale fine la dimora, l’assegnazione della casa coniugale e le richieste del Comune volte a sollecitare indagini patrimoniali e bancarie nei confronti del contribuente. Lo ha chiarito la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 23362 del 23 ottobre 2020.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti