Dirigente, licenziamento ingiustificato: l’impugnazione non soggiace ai termini di decadenza previsti per l’invalidità

News Fisco - Studio Venturin Padova
IVA assolta in dogana: al recupero è legittimato il destinatario delle merci
13 Gennaio 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Marchio storico: istituito il logo per la tutela del made in Italy
13 Gennaio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

L’impugnazione del licenziamento intimato al datore di lavoro deve essere effettuata nel rispetto del regime decadenziale, esteso dal Legislatore con la legge n. 92/2012. Tuttavia, chiarisce la Corte di Cassazione nella sentenza n. 395 depositata il 13 gennaio 2020, i predetti termini non possono essere estesi alle ipotesi di licenziamento ingiustificato, in quanto si tratta di una fattispecie del tutto avulsa e non compresa in quella più ristretta dell’invalidità, che descrive un atto inidoneo ad acquisire pieno ed inattaccabile valore giuridico.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti