Dichiarazione di successione: non va indicato il diritto di abitazione del convivente more uxorio

News Fisco - Studio Venturin Padova
Art bonus, conta il requisito dell’appartenenza pubblica
4 Novembre 2019
News Fisco - Studio Venturin Padova
I contributi per danni da calamità naturali non rilevano fiscalmente
4 Novembre 2019
News Fisco - Studio Venturin Padova

Il diritto di abitazione riconosciuto al convivente di fatto superstite del de cuius non deve essere indicato nella dichiarazione di successione, in quanto diritto personale di godimento attribuito a un soggetto che non è erede o legatario. Lo ha precisato l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 463 del 2019. La norma tutela il diritto all'abitazione dalle pretese restitutorie dei successori del defunto per un lasso di tempo ragionevolmente sufficiente a consentire al convivente superstite di provvedere in altro modo a soddisfare l'esigenza abitativa.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti