Decreto Semplificazioni: verso la riduzione delle PMI quotate?

News Fisco - Studio Venturin Padova
Credito per negozi e botteghe anche in caso di contratto di leasing operativo
7 Settembre 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Coronavirus: mascherine obbligatorie e rispetto della distanza di sicurezza fino al 7 ottobre
8 Settembre 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

Il decreto Semplificazioni elimina uno dei criteri adottati per includere le PMI fra le società quotate. In particolare, la modifica approvata dal Senato propone di ridurre i criteri qualificanti per la definizione di PMI: non si tiene conto del criterio del fatturato (che per le PMI era stabilito in misura inferiore a 300 milioni di euro) e, quale unico criterio, viene mantenuto quello della capitalizzazione di mercato inferiore ai 500 milioni di euro. Il decreto Semplificazioni interviene quindi sul Testo Unico della Finanza – TUF, riducendo di fatto la categoria della PMI quotate. Quali sono, in dettaglio, le conseguenze pratico-operative causate dalla modifica normativa?

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti