Decreto Rilancio: proroga di un anno per la notifica degli atti impositivi

News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Retribuzioni convenzionali estere, tassazione alla prova del COVID-19
22 Maggio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova
e-commerce: individuare la territorialità IVA diventa più semplice
22 Maggio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Prorogate le notifiche degli atti di accertamento, contestazione, irrogazione sanzioni, recupero crediti imposta, liquidazione e rettifica, per i quali i termini di decadenza scadono tra il l’8 marzo ed il 31 dicembre 2020. A prevederlo il decreto Rilancio che a tal fine dispone che non si debba tener conto del periodo di sospensione previsto dal decreto Cura Italia. Resta fermo il requisito dell’emissione da parte degli uffici degli stessi atti entro fine anno. In materia è intervenuta anche l’Agenzia delle Entrate con un nuovo vademecum nel quale si chiarisce che la proroga ha la finalità di consentire una distribuzione della notifica degli atti impositivi da parte degli uffici in un più ampio lasso di tempo rispetto agli ordinari termini di decadenza dell’azione accertatrice.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti