Cuneo fiscale: avvantaggiati i lavoratori incapienti con reddito superiore a 28.000 euro?

News Fisco - Studio Venturin Padova
Emergenza coronavirus: firmato il decreto che sospende adempimenti e pagamenti dei tributi
24 Febbraio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Coronavirus: le regole per gestire le assenze dal lavoro
25 Febbraio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

La riduzione del cuneo fiscale, così come delineato nel D.L. n. 3/2020, si presta ad alcune “distorsioni” applicative? La domanda trae origine dal diverso meccanismo di calcolo che sta alla base del trattamento integrativo che spetta per redditi complessivi fino a 28.000 euro rispetto all’ulteriore detrazione per i redditi superiori a tale importo e fino a 40.000 euro, in presenza di redditi da lavoro inclusi nella no tax area. Anche se non è chiaro se di tratti di un “bug” della procedura di calcolo o se è frutto di una precisa volontà legislativa, proviamo ad approfondire la questione.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti