Crisi d’impresa: requisiti per la validità dei piani attestati di risanamento

News Fisco - Studio Venturin Padova
Spesometro, esterometro e LIPE: proroga ufficiale
5 Marzo 2019
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Azioni di rivalsa INAIL: dai Consulenti del Lavoro l’analisi delle novità
6 Marzo 2019
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

Il piano attestato di risanamento, redatto dal professionista attestatore, deve offrire un’adeguata descrizione dei fatti che hanno determinato la situazione di crisi imprenditoriale e degli impatti del processo di risanamento. Inoltre, deve avere forma scritta, nonché data certa. Sono questi gli elementi minimi che il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza ritiene necessari per la validità del piano. Per l’operatività è fondamentale che la situazione di difficoltà finanziaria dell’azienda non sia irreversibile e che il processo di risanamento non abbia finalità meramente liquidatorie. Quali sono, invece, i criteri per l’individuazione del perimetro di validità degli accordi in esecuzione dei piani di risanamento?

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti