Crisi d’impresa: quando scatta l’allerta sui conti dell’impresa

News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Cambio della guardia alla BCE, mentre USA e Giappone decidono sui tassi
28 Ottobre 2019
News Fisco - Studio Venturin Padova
Reati tributari, patteggiamento libero o condizionato?
28 Ottobre 2019
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

L’attesa è finita: il CNDCEC ha presentato ufficialmente gli indicatori della crisi d’impresa: sostenibilità degli oneri finanziari, adeguatezza patrimoniale, liquidità a breve, ritorno liquido dell’attivo e indebitamento previdenziale e tributario sono i parametri da valutare. Per il corretto utilizzo di questi strumenti, è ritenuto significativo il superamento di tutti e cinque gli indici: considerarne uno soltanto permetterebbe, infatti, una visione parziale e fuorviante. L’impresa che non ritenga adeguati gli indici ad essa applicabili potrà specificarne le ragioni nella nota integrativa al bilancio, indicando in tale documento gli indici ritenuti idonei a far ragionevolmente presumere la sussistenza dello stato di crisi. In tal caso un professionista indipendente dovrà attestare l’adeguatezza di tali indici in relazione alla specificità dell’impresa.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti