Crisi d’impresa: obblighi e ruolo del collegio sindacale nelle segnalazioni di allerta

News Fisco - Studio Venturin Padova
Sequestro agli amministratori: legittimo solo se la società non ha beni aggredibili
17 Aprile 2019
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
La tutela dell’ambiente è materia di competenza esclusiva dello Stato
18 Aprile 2019
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

Il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza prevede uno specifico obbligo di vigilanza, e la conseguente possibilità di attivare gli strumenti di allerta interni, per gli organi di controllo societario, collegio sindacale o sindaco unico, al fine di verificare che gli amministratori prevedano sistemi di controllo efficaci, nonché procedure periodiche per la verifica del buon andamento economico-finanziario dell’impresa. Nel caso di comprovati indizi di crisi, e della conseguente inerzia degli amministratori nella risoluzione delle difficoltà economiche, sarà loro compito informare della situazione rilevata l’Organismo di composizione della crisi d’impresa costituito presso le Camere di commercio territorialmente competenti. Qual è, invece, il loro rapporto con i creditori qualificati, incaricati delle segnalazioni d’allerta esterne?

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti