Crisi d’impresa: l’assenza di amministrazione finanziaria o ente previdenziale non blocca l’omologazione

News Fisco - Studio Venturin Padova
Valute estere: il cambio di ottobre 2020
12 Novembre 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova
Start-up: la cancellazione d’ufficio blocca la re-iscrizione
12 Novembre 2020
News Impresa - Studio Venturin Commercialisti Padova

In considerazione della situazione di crisi economica per le imprese determinata dalla diffusione epidemiologica da Covid-19, sono state introdotte delle novità in merito alla crisi d’impresa e transazione fiscale. Con un emendamento al codice della crisi d’impresa è stato previsto che il tribunale possa omologare il concordato preventivo, o l’accordo di ristrutturazione, anche in mancanza di voto da parte dell'amministrazione finanziaria o degli enti gestori di forme di previdenza o assistenza obbligatorie quando l'adesione è determinante ai fini del raggiungimento delle maggioranze previste e quando, anche sulla base delle risultanze della relazione del professionista, la proposta di soddisfacimento della predetta amministrazione o degli enti gestori di forme di previdenza o assistenza obbligatorie è conveniente rispetto all'alternativa liquidatoria.

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti