Corrispettivi: diritti e fee delle agenzie di viaggio con esonero “digitale” incerto

News Fisco - Studio Venturin Padova
Partecipazione ad un concorso artistico: il trattamento IVA applicabile
19 Febbraio 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Pensioni: nuovo semestre di silenzio assenso per rilanciare i fondi pensione
20 Febbraio 2020
News Fisco - Studio Venturin Padova

Le agenzie di viaggio sono (in parte) esonerate da memorizzazione/trasmissione dei corrispettivi. Con qualche incertezza, però. Infatti, possono essere esonerati solo compensi qualificabili come “rimborsi forfetari di spesa”, in quanto non sono veri e propri compensi per prestazioni bensì rimborsi a copertura di spese direttamente connesse all’esecuzione di un servizio di estrema marginalità economica. Nella realtà operativa, i livelli di diritti, fee e commissioni addebitate ai clienti per le attività di intermediazione/vendita di servizi turistici sono ridotti a pochi euro, ma tali introiti sono riferiti a vere e proprie attività di servizi e non costituiscono mero rimborso spese. Pertanto, fino a quando l’Agenzia delle Entrate non aggiornerà le proprie istruzioni, è consigliabile adottare un’interpretazione prudenziale dell’ipotesi di esonero.Leggi tutto

Comments are closed.

Contatti