Contratto a termine: proroghe e rinnovi acausali, con quali regole e tempi?

Scadenzario Lavoro
16 Settembre 2020: Consulenti del lavoro: comunicazione dell’ammontare del reddito professionale e del volume di affari conseguito nel 2019
16 Settembre 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova
Filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura: primi chiarimenti INPS sull’esonero contributivo
16 Settembre 2020
News Lavoro - Studio Venturin - Padova

Il decreto Agosto prevede la possibilità, fino al 31 dicembre 2020, di rinnovare e di prorogare per un periodo massimo di 12 mesi e per una sola volta i contratti di lavoro a termine, anche in somministrazione, senza l’obbligo di precisare una causale, ferma restando la durata massima complessiva di 24 mesi. La norma, deroga, sotto diversi aspetti, la disciplina ordinaria e la sua applicazione pone delle questioni di non facile soluzione interpretativa. Per esempio, da quando è applicabile la regola “per una sola volta”? Ed inoltre la proroga acausale va conteggiata nel massimale delle 4 proroghe?

Fonte: IPSOA – Informazione quotidiana su fisco, lavoro e pensioni, bilancio, gestione d’impresa e finanziamenti.

Comments are closed.

Contatti